Condividi su

Al Tar dal 3 al 6 maggio torna Open. La Gioielleria italiana  protagonista

Il gioiello come grande protagonista del Made in Italy è quello che sarà in mostra al Centro orafo il Tarì dal 3 al 6 maggio prossimi.

Lo storico salone della gioielleria del Tarì dedicato alla presentazione delle nuove collezioni per la stagione estiva torna con oltre 500 aziende, suddivise tra residenti e ospiti della manifestazione, per una nuova edizione che si preannuncia ricca di appuntamenti business e momenti glamour.

“Il Made in Italy, in queste settimane sotto i riflettori di tutta Europa, è la più autentica espressione del Tarì, anche in occasione delle fiere - dichiara il presidente del Centro orafo Vincenzo Giannotti - . Il nostro salone è da sempre la vetrina più qualificata della produzione italiana di gioielleria. Siamo orgogliosi di sostenere questa identità, sia con le produzioni delle nostre aziende, che con quelle degli espositori ospiti delle nostre rassegne”. 

I dati organizzativi di Open supportano con i numeri le previsioni incoraggianti: registrando ancora una volta il tutto esaurito degli spazi espositivi e la preregistrazione all’evento di centinaia di dettaglianti di tutta Italia.

Ma Open è anche, come da molti anni a questa parte, un’importante opportunità per valorizzare e promuovere l’immenso patrimonio culturale e artistico della Campania. Un binomio, quello di business e cultura, che è alla base delle Strategie di sostenibilità del Centro orafo.

Per questa edizione, dopo il grande successo delle Mostre dedicate nel 2023 agli Ori di Pompei, il focus si sposta su epoche più recenti, con la Mostra “La Corona di Re Carlo di Borbone”.

In mostra, la riproduzione della celebre corona con cui venne incoronato nel 1734 Carlo III, re di Napoli e di Spagna. Una corona successivamente misteriosamente scomparsa, ma finalmente riprodotta grazie ad una equipe di studiosi di storia dell’arte, di gemmologi e artigiani gioiellieri.

La Corona verrà presentata con il supporto di un ampio percorso didattico, che attraverso la riproduzione di celebri dipinti e aneddoti sulla storia dei Borbone a Napoli, consentirà di aprire un nuovo spiraglio sulla conoscenza di una pagina importante della storia di Napoli e della Campania.

 

Il Programma

Sabato 4 maggio

alle 11 Presentazione della Mostra La Corona di Re Carlo di Borbone, con la partecipazione di Ciro Paolillo, gemmologo e creatore della replica della corona di Carlo III, Giulio Sodano,

professore ordinario di Storia Moderna all’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Candida Carrino, direttrice dell’archivio di stato di Napoli, Annamaria Barbato Ricci, saggista e comunicatrice e dello stesso presidente Vincenzo Giannotti. Modera l’evento la giornalista Annalisa Angelone.

dalle 20.30 Golden Party: food, drink and music per una serata all’insegna del relax dedicata a clienti, soci ed espositori

Domenica, 5 maggio dalle 17.30 aperitivo con DJ set

Da Venerdì 3 a Lunedì 6 maggio, saranno visitabili le due Mostre La Corona di Re Carlo di Borbone e Mon Amour: una collezione dei più bei gioielli da cerimonia realizzati dalle aziende Tarì.

Open è: il salone della gioielleria del Centro orafo il Tarì. 2 appuntamenti fieristici annuali b to b a maggio e a ottobre. 500 espositori, con oltre 400 aziende Tarì e 80 aziende ospiti. Grandi brand internazionali, mostre, conferenze. Incoming e promozioni dedicati a buyers nazionali e internazionali. I dati fieristici del Tarì sono certificati ISCERT.

Il Tarì è: 400 aziende produttive e di distribuzione, 2.500 addetti, 3.500 presenze quotidiane di operatori professionali, 40.000 mq di produzione e servizi, 9.500 mq di superficie espositiva fieristica, 400.000 visite professionali l’anno, 1.2 mld di indotto annuo, 30% del fatturato destinato all’export,