Condividi su

Tar, chiusura del bilancio in attivo. Giannotti: Il nostro futuro all'insegna della sostenibilit e dell'innovazione

Chiude in attivo il Bilancio 2021 del Tarì. L’assemblea dei soci ha approvato all’unanimità e condiviso in pieno le scelte strategiche che hanno condotto, al secondo anno di pandemia, ad un risultato  straordinario. Al Centro della relazione del presidente, il tema del Valore, su cui si concentrerà la visione strategica del Centro nei prossimi mesi, e i prossimi impegni dedicati alla Sostenibilità.

Il Tarì Vale
Raccontare il Valore del Progetto Tarì attraverso una narrazione potente e distintiva è il tema su cui si concentra la visione strategica del Centro orafo per i prossimi mesi.
Tema portante della campagna “Il Tarì Vale”, sarà quello di portare in superficie il valore aggiunto dello “stare al Tarì” per le aziende insediate e per tutte quelle, orafe o operanti nel territorio campano, interessate a conoscere nuovi strumenti, a cogliere opportunità di crescita, e infine a condividere percorsi di cambiamento.
Dall’anno della fondazione ad oggi, gli scenari esterni e competitivi nei quali il Tarì opera sono profondamente cambiati, come sono cambiate le priorità delle stesse aziende operanti nel Centro. Quelle che, ormai più di 25 anni fa, erano le ragioni della scelta di aderire al progetto Tarì, e cioè prevalentemente spazi e sicurezza, oggi sono completamente trasformate. Prestigio, opportunità di relazioni, formazione, processo di filiera, innovazione: i vantaggi che il Centro offre alle aziende sono numerosi e in continua evoluzione.

Innovazione, servizi, sostenibilità
“Una visione, a dire il vero, da sempre in corso, che oggi abbiamo semplicemente avvertito l’esigenza di portare ancor più allo scoperto –  spiega il presidente del Centro orafo, Vincenzo Giannotti –  attraverso tre leve: innovazione, servizi, sostenibilità. Il Tarì investe da anni nell’efficientamento energetico del Centro, puntando su servizi all’avanguardia anche in chiave di sostenibilità. L’impianto fotovoltaico del Tarì, inaugurato nel 2010 su una superficie di 22.000 mq., ha una potenza nominale di 1000 kwp, ed è in progetto un interessante ampliamento orientato all’autoconsumo. E stato da tempo ridotto il divario digitale attraverso il cablaggio dell’intero Centro, che rende disponibile per 400 aziende la connettività in fibra, con attivazione di internet 100 mega e telefonia in 24 ore. Un sistema unico in complessi industriali delle nostre dimensioni. I sistemi informativi vantano un Crm integrato, che mette in rete tutte le funzioni di gestione del Centro orafo e consente analisi di dati economici e di marketing in tempo reale. Sono allo studio nuove collaborazioni istituzionali in ambito universitario e di poli di start up tecnologiche. Servizi, questi ultimi, per i quali il Tarì si aprirà al mondo imprenditoriale del territorio, offrendo competenze e collaborazioni innovative per la transizione digitale, ampliando le opportunità di business. Infine, la mission del Tarì come realtà al pieno servizio delle imprese del comparto orafo, che particolarmente in Campania si pone l’obiettivo di rafforzare la propria identità distintiva, è stata testimoniata dalla recente firma della convenzione Federorafi – Confindustria Campania e Caserta per il riconoscimento del distretto  orafo campano come quarto polo di rilievo nazionale”. 

L’impegno per la sostenibilità
Dettare le regole per un futuro sostenibile in tutti gli ambiti di attività del Centro, partendo dalla valorizzazione delle competenze fino al rispetto dell’ambiente, è il nuovo paradigma del Tarì.
Dopo l’acquisizione del Modello organizzativo 231 e del Codice etico, introdotti già nel 2014, Il Tarì è oggi impegnato nella redazione del primo Bilancio di sostenibilità attraverso un complesso lavoro di identificazione dei temi rilevanti e della loro attuazione.
Il Bilancio di sostenibilità rappresenta oggi un approccio aziendale innovativo, che si propone di misurare, monitorare e migliorare l’impatto ambientale, sociale e di governance dell’impresa. Ma è anche una leva di comunicazione che dà valore all’impresa negli ambiti istituzionali e alla sua relazione con il territorio. Quali sono i valori della sostenibilità e come comunicare la sostenibilità sono i temi dell’incontro, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania e dedicato a giornalisti e a manager della  comunicazione d’impresa, che si terrà al Tarì il prossimo 29 giugno a partire dalle 10. Con la partecipazione di giornalisti, esperti ed importanti testimonianze aziendali e associative, la giornata dedicata alla sostenibilità sarà orientata alla condivisione di esperienze e prospettive innovativi, con l’obiettivo di stimolare nuove sfide anche nel campo della comunicazione.

Fonte articolo: https://www.ildenaro.it/